Riflessologia plantare contro inestetismi

Come trattare gli inestetismi al meglio con la tecniche dei punti riflessi

Riflessologiaplantare.biz

La riflessologia plantare per inestetismi è molto più che una semplice forma di massaggio. Questo trattamento reca grande sollievo al corpo, consentendo il miglioramento e la ripresa dell’organismo in presenza di patologie varie. Tuttavia, non tutti sanno che la riflessologia è ampiamente utilizzata anche per risolvere vari disturbi della pelle, quindi si rivela estremamente efficace contro i comuni inestetismi quali: cellulite, buccia d’arancia, fragilità capillare, eritemi, seborrea e dermatiti.

Lavorando a fondo sui piedi avvalendosi delle tecniche tipiche della riflessologia plantare per inestetismi è possibile ottenere visibili cambiamenti sulla pelle delle persone che a questa pratica si sottopongono, il tutto in poche settimane.

La maggior parte di queste malattie della pelle sono causate dal malfunzionamento degli organi interni, quindi, stimolando questi tramite le giuste pressione su determinati punti del piede, sarà possibile ottenere un miglioramento della funzione degli organi con l’effetto di eliminare/ridurre gli inestetismi che proprio dal cattivo funzionamento di questi organi sono derivanti.

La riflessologia plantare per inestetismi mira a trattare gli squilibri di ogni individuo ed è da considerare come terapia complementare alla medicina e all’estetica ben consolidata. Prima di rivolgersi ad un centro estetico e sottoporsi a trattamenti laser o anche più invasivi, è possibile testare l’efficacia della riflessologia plantare la quale porta risultati che possono variare in entità e visibilità, da un soggetto ad un altro, a volta anche parecchio.

Riflessologia plantare contro la cellulite

Uno degli inestetismi in assoluto più odiosi è, tanto per cominciare, la cellulite. Questa è causata da disturbi del sistema urinario.

La ritenzione idrica può essere uno dei sintomi che compromettono il buon funzionamento del sistema urinario, quindi, tramite la riflessologia plantare contro la cellulite è possibile intervenire in maniera benefica di riflesso su tutti gli organi coinvolti nel relativo meccanismo, che sono: reni, ureteri, vescica e uretra. Questi filtrano il sangue e rimuovono i rifiuti chimici dal corpo. Una buona funzionalità dei reni promuove una sana funzione cardiovascolare, compresa l'influenza della pressione sanguigna. Stando a studi più e meno recenti, sembra che chi soffre di ipertensione abbia anche reni sensibili.

La vescica è direttamente correlata alla risposta allo stress e può essere influenzata da emozioni come paura e ansia. Grazie ai trattamenti in riflessologia plantare per inestetismi si riescono a decongestionare i percorsi energetici che, a causa del cattivo funzionamento degli organi coinvolti nel sistema urinario, subiscono blocchi.

Cattivo funzionamento della circolazione venosa: come intervenire

Un altro inestetismo assai diffuso è quello legato alla presenza, a volte anche molto diffusa, di fragilità capillare: 4 donne over 50 su 10 hanno gambe rivestite da questa antiestetica rete di venuzze viola dovuta, nella stragrande maggioranza dei casi, a cattiva circolazione del sangue. Per eseguire un buon trattamento in riflessologia plantare per inestetismi legati a difetto circolatorio che crea rottura dei capillari è necessario tenere il piede con una mano mentre si esercita una pressione prima sulla pianta del piede con il pollice e l'indice dell'altra mano.

La pressione da esercitare deve essere costante mentre la forza da imprimere deve essere intermedia. Il movimento deve essere circolare, in senso antiorario. Il massaggio dovrebbe iniziare premendo le dita dei piedi verso il tallone senza trascurare i fianchi della pianta del piede.

Se, nel corso della seduta in riflessologia plantare per inestetismi, si sente dolore, vuol dire che si sono trovati i punti sensibili, quelli cioè che devono essere meglio trattati al fine di concentrarsi sulla risoluzione del problema. È poi opportuno ripetere la stessa procedura trattando l'altro piede così da rilevare i punti dolorosi e delicati manipolando i quali sarà possibile arrecare ristoro all’intero sistema venoso.

Punti da trattare

I punti da trattare in riflessologia plantare per inestetismi sono 3:

  • cistifellea
  • surreni
  • ghiandola tiroidea.

Vediamoli nel dettaglio.

Cistifellea

Tramite la riflessologia plantare per inestetismi il flusso di sangue e l’ossigenazione del corpo, manipolando con le dovute pressioni le zone del piede corrispondenti di riflesso alla cistifellea, trovano grandi benefici. Questo trattamento consente di rimuovere il materiale di scarto dal corpo e, questo processo, è in grado si traduce in un netto miglioramento della pelle.

Surreni

I disturbi pruriginosi della pelle sono di solito dovuti ad una reazione infiammatoria nel corpo. Questo punto riflesso, se trattato, attiverà il punto surrenale consentendo di curare il prurito della pelle. Questa zona deve essere trattata con movimenti circolari per almeno 5 minuti. Questa manipolazione consente di ottenere un gran relax.

Ghiandola tiroidea

Per migliorare lo stato della pelle è possibile trattare anche la zona dei piedi che corrisponde, di riflesso, alla ghiandola tiroidea. Queste pressioni aiutano a bilanciare il ph della pelle. La zona da trattare si trova nell'articolazione dell'alluce. Prima di eseguire un trattamento in riflessologia plantare per inestetismi sarebbe preferibile conoscere la causa che sta dietro quella data condizione antiestetica. Ad esempio, la dermatite può trovare causa in alcune allergie o problemi alimentari. Ebbene, come è facile immaginare, il trattamento in riflessologia sarà differente nei due casi coì come diversi saranno i punti da manipolare.

 

 

 

video gratis di riflessologia

 



video gratuiti riflessologia plantare