Riflessologia plantare e udito: come prevenire/alleviare i disturbi a carico dell’orecchio

Riflessologiaplantare.biz

Che tutti tendiamo a perdere l’udito, prima o poi, è una realtà che, purtroppo, dobbiamo tenere in considerazione. Questi problemi, in presenza dei quali sempre più spesso ci si appella alla riflessologia plantare, sono è una conseguenza naturale dell’invecchiamento.

Superata la soglia dei 40 anni la nostra capacità uditiva, infatti, peggiora. Statisticamente, quando si raggiungono gli 80 anni, più della metà delle persone soffre di perdita uditiva significativa. Aggiungiamo che statisticamente oltre la metà delle persone che soffrono di problemi di udito sono ancora in età lavorativa.

Come l'udito può essere aiutato in riflessologia plantare

La riflessologia plantare, trattamento fra i più antichi della storia, si basa su una tecnica di massaggio ampliamente sviluppata, che includono anche la prevenzione e il trattamento per problemi di udito.

La presbiacusia, o perdita dell'udito associata all'età, ha una componente genetica. Rappresenta, infatti, una condizione che rende qualcuno sordo nel tempo con l'età a causa del lento decadimento delle cellule ciliate sensibili che rivestono l'orecchio interno.

Altre cause di tale condizione, oltre all'invecchiamento, includono problemi circolatori, malattie come il diabete e l'esposizione a lungo termine al rumore. Senza le cellule ciliate, riconoscere i suoni diventa difficile o impossibile.

Le perdite uditive vengono classificate in due branchie:

  • Ipoacusia conduttiva che si verifica quando qualcosa impedisce alle onde sonore di raggiungere l'orecchio interno; Ipoacusia neurosensoriale che è causata da danni all'orecchio interno o ai nervi che inviano il suono al cervello.
  • L'ipoacusia neurosensoriale è più probabile che sia permanente e causa la sordità. A volte può verificarsi una miscela di perdite uditive conduttive e neurosensoriali.

Oltretutto, viviamo in un mondo rumoroso e l’esposizione al rumore rappresenta un altro motivo abbastanza comune che può essere causa di problemi o addirittura di perdita di udito trattabili in riflessologia plantare.

Spesse volte l’esposizione al rumore può rendersi necessaria per motivi di lavoro, come dover lavorare con motori rumorosi. Altre volte, invece, si tratta di un’esposizione volontaria: si pensi all’abitudine di praticare night club, discoteche, concerti rock, eccedere nell’uso crescente di lettori portatili. In ogni caso si espongono le proprie orecchie a livelli superiori a quelli consentiti e, oltretutto, per periodi prolungati.

Più forte è il rumore e più a lungo una persona viene esposta, maggiore è il rischio di problemi o di perdita dell'udito. Per prevenire questo tipo di perdita uditiva è importante indossare una protezione acustica adeguata ed evitare l'esposizione a forti rumori, quando possibile.

Perdita dell’udito improvvisa: quanto conta la prevenzione?

In rare circostanze, anziché una riduzione dell’udito, si può assistere ad una perdita dell'udito improvvisa. E’ questa una condizione che solitamente colpisce un solo orecchio in maniera temporanea o permanente. Le cause non sono molto note, tuttavia si ritiene che tra queste rientri, ad esempio, la presenza di infezioni virali o disturbi del sistema circolatorio o immunitario.

Tale perdita è generalmente una condizione reversibile, soprattutto se i trattamenti vengono avviati precocemente dalla perdita dell’udito. Fare una diagnosi è doveroso, perché rende possibile la prevenzione del peggiorare del problema. In via preventiva è possibile appellarsi alla riflessologia plantare ad esempio. I punti da tattare con particolare attenzione, saranno quelli compresi nella zona collocata subito sotto il quarto e il quinto dito di entrambi i piedi (anulo e mellino)

Tuttavia, il consiglio è quello sempre di rivolgersi al medico di fiducia o direttamente all’otorino, perché le soluzioni naturali, tra le quali la riflessologia plantare appunto, non escludono assolutamente eventuali terapie farmacologiche. Effettuare una corretta digitopressione aiuta tantissimo a patto che venga eseguita ripetutamente in entrambi i piedi.

Il riflessologo al quale rivolgersi è una persona esperta e qualificata, predisposta all’ascolto e all’osservazione del paziente, che con il suo contributo permette di ristabilire equilibrio e vitalità al corpo, elementi questi alla base del nostro benessere.

 

 

 



poster riflessologia plantare