Riflessologia plantare per la circolazione sanguigna

Riflessologiaplantare.biz

Chi soffre di cattiva circolazione sanguigna sperimenta abitualmente una serie di disagi. Tra questi: freddo alle estremità (dita dei piedi, mani e piedi), nonché affaticamento, gonfiore ed indolenzimento provocati da un accumulo di acido lattico. La riflessologia plantare può venirci in aiuto per favorire una buona circolazione del sangue.

Le persone che soffrono di diabete possono anche soffrire di cattiva circolazione del sangue come complicanza della malattia. Indicato come malattia micro e macro-vascolare, i vasi sanguigni nei pazienti diabetici possono diventare stretti, duri e bloccati. Nel caso della malattia vascolare periferica, la scarsa circolazione si verifica principalmente nella parte inferiore delle gambe.

Classici sintomi della cattiva circolazione sanguigna

Tra i tanti sintomi di cattiva circolazione del sangue in genere trattati in riflessologia plantare rientrano, tra i più classici e comuni, i seguenti:

  • Formicolio, intorpidimento o perdita di sensibilità ai piedi, alle dita dei piedi e alle gambe;
  • Dolore palpitante o pungente nella parte inferiore delle gambe o nei piedi;
  • Cambiamenti nella temperatura della pelle;
  • Crampi muscolari alle gambe, ai glutei o ai piedi;
  • Edema o gonfiore nei piedi, nelle gambe e/o nelle dita;
  • Vene varicose, ulcere alle gambe e ulcere del piede;
  • Prurito della pelle su mani, gambe o piedi;
  • Cambiamenti nel colore della pelle.

Purtroppo le persone con diabete che abbiano livelli elevati di glucosio nel sangue per un periodo prolungato di tempo, possono essere più soggetti a problemi di circolazione sanguigna. Questo perché l’eccesso di glucosio forma delle placche nei vasi sanguigni, i quali, in queste condizioni, non saranno in grado di fornire una quantità sufficiente di sangue alle cellule vicine, con conseguente cattiva circolazione, in particolare alle gambe e ai piedi.

Trattare i problemi di circolazione gambe con la riflessologia

Favorire la circolazione sanguigna è quanto ci si propone di fare anche con la riflessologia plantare. Quest’ultima è essenziale per riparare i muscoli delle gambe e dei piedi. La vibrazione creata dalla pressione con le dita può migliorare la dilatazione dei vasi sanguigni e stimolare il flusso sanguigno negli arti dei diabetici.

La funzione di massaggio della ciclo-terapia migliora la circolazione del sangue nelle gambe e nei piedi in particolare nelle aree congestionate. Il rilascio di questa pressione fa fluire nuovo sangue negli arti inferiori. La spremitura e la trazione che sono alla base della riflessologia plantare intervengono sull'acido lattico dai muscoli, migliorando la circolazione del liquido linfatico nelle gambe e nei piedi.

Questo porta via i rifiuti metabolici che si addensano nei muscoli e negli organi interni, con conseguente abbassamento della pressione sanguigna ed una migliore funzionalità corporea in senso lato.

Benefici legati ad una migliore circolazione sanguigna

Cicli di riflessologia plantare per la circolazione del sangue possono migliorare senz’altro la condizione delle gambe, promuovendo la guarigione del corpo nel suo complesso. In particolare, chi si sia sottoposto a cicli di questi trattamenti del tutto naturali ha sperimentato:

  • Miglioramento del flusso sanguigno;
  • Abbassamento naturalmente della pressione sanguigna;
  • Miglioramento di tutte le funzioni corporee;
  • Maggiore senso di leggerezza nel corpo e nello spirito;
  • Compattezza della pelle;
  • Minore visibilità/insorgenza di capillari.

Il trattamento inizia massaggiando l’intera pianta del piede da destra a sinistra, nel punto riflesso che corrisponde ai reni. Così facendo, la persona avrà anche la possibilità di avere una migliore minzione. È, infatti, molto importante iniziare a sgonfiare tutto il corpo, prima di procedere al trattamento dei punti corrispondenti al sistema circolatorio vero e proprio: il corpo, nella sua interezza, deve esser depurato infatti dall’eccesso di tossine.

Quindi, si procede massaggiando il collo del piede con movimenti precisi, studiati, non improvvisati, veloci e delicati, per aiutare il reflusso sanguigno venoso. Queste operazioni decongestionano le vie di trasporto del sangue.

Naturalmente, questo è bene sottolinearlo, l’aiuto assicurato dalla riflessologia plantare per la circolazione sanguigna non riguarda le patologie conclamate proprie del cuore, per le quali è sempre assolutamente doveroso rivolgersi al cardiologo.

 

 

 

 

 

 


poster riflessologia plantare